Ricerca Avvocati Online e Consulenza Legale

Trova l’Avvocato Gratis e Senza Impegno

  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    Ottieni Preventivi e Consulenze Legali Professionali.
  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    Ricevi Preventivi dettagliati per il tuo Caso.
  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    L' Avvocato risponde entro 48 Ore!
  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    Piattaforma Professionale Specializzata in ambito legale.
  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    Fissa un appuntamento con l'Avvocato.

modulo ricerca avvocato

modulo ricerca avvocato responsive

  • Home
  • Diritto Tributario
  • Successioni e donazioni

L’Imposta di Successione e l’Imposta sulle Donazioni: presupposti e caratteristiche

imposta di successioneL’Imposta di Successione è disciplinata dal Testo Unico delle Disposizioni riguardanti l’Imposta di Successione e di Donazione aggiornato con le modifiche di cui al Decreto del 23 dicembre 2016, in Gazzetta Ufficiale Pubblicato il 31/12/2016, n.305. Detta imposta era stata dapprima eliminata nel 2003 per poi essere reintrodotta nel 2006. L’imposta di successione viene pagata in base alla dichiarazione di successione presentata all’Agenzia delle Entrate. Vi sono delle soglie che permettono agli eredi la possibilità di non presentare la Dichiarazione di Successione. Non è infatti più obbligatorio presentare la dichiarazione di successione quando l’eredità lasciata dal de cuius non supera i centomila euro. Tuttavia detta dichiarazione è necessaria qualora nell’asse ereditario siano presenti beni immobili. Il presupposto dell’imposta è di colpire la ricchezza derivante dal trasferimento data dalla differenza tra l’attivo ed il passivo. I beni soggetti all'imposta di successione sono: i beni immobili di qualsiasi natura (siano essi negozi, terreni agricoli, case et..), i beni mobili o i beni mobili registrati (auto, barche etc..) e le partecipazioni societarie. Rimangono invece esclusi dalla tassazione i Titoli di Stato e del Tesoro, sul Tfr, le aziende familiari, i crediti verso lo stato o altri enti territoriali. Anche i trasferimenti avvenuti sotto forma di donazione sono soggetti ad imposta e più in particolare all’Imposta di Donazione. L’aliquota di detto tributo varia dal 4% all’8% a seconda del grado di parentela che intercorre tra il Donante ed il Donatario. Se poi nell’oggetto della donazione vi sono dei beni immobili, all’imposta di Donazione devono essere aggiunte anche l’Imposta Ipotecaria e quella Catastale.

Il pagamento delle imposte e le eventuali sanzioni

L’imposta di successione deve essere corrisposta dopo aver presentato la Dichiarazione di Successione all’Agenzia delle Entrate. Detta presentazione deve avvenire entro un anno dal decesso. Una volta effettuata la dichiarazione e presentata è la stessa agenzia delle Entrate che determina l’Imposta di Successione. Anche l’Imposta di Donazione deve essere corrisposta entro determinati termini pena l’applicazione di sanzioni con aliquote variabili tra il 120% ed il 240% dell’Imposta dovuta.  Anche per questi Tributi, così come in materia di Accise, di Iva e di Dazi, in caso di mancato pagamento si può ricorrere allo strumento del Ravvedimento Operoso disciplinato dal D.Lgs. n. 472 del 1997 articolo 13. In forza di tale Decreto Legislativo l’omesso o tardivo pagamento può essere oggetto di regolarizzazione spontanea da parte del contribuente mediante il pagamento dell’imposta, degli interessi e della relativa sanzione. Il ravvedimento può essere fatto dal contribuente anche se la relativa violazione è già stata contestata dall’Agenzia delle Entrate, se sono in corso verifiche da parte della stessa o addirittura se vi è in corso attività di accertamento. Ovviamente l’ammontare delle sanzioni dipende da quando viene presentato il Ravvedimento Operoso. La sanzione può essere ridotta da un nono ad un quinto a seconda che il ravvedimento venga presentato entro novanta giorni o due anni dalla commessa violazione. Dunque il tempo è prezioso e pertanto nell’ambito del Diritto Tributario è consigliabile rivolgersi subito ad un Avvocato Specializzato nel settore per richiedere una semplice consulenza o per conoscere come poter agire nel proprio caso di specie. Dunque contatta subito e gratuitamente l’Avvocato Specializzato in materia Tributaria compilando il form previsto sul sito AvvocatoFacile.it

CONTATTA GRATIS L'AVVOCATO SPECIALIZZATO IN QUESTA MATERIA