Ricerca Avvocati Online e Consulenza Legale

Trova l’Avvocato Gratis e Senza Impegno

  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    Ottieni Preventivi e Consulenze Legali Professionali.
  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    Ricevi Preventivi dettagliati per il tuo Caso.
  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    L' Avvocato risponde entro 48 Ore!
  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    Piattaforma Professionale Specializzata in ambito legale.
  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    Fissa un appuntamento con l'Avvocato.

modulo ricerca avvocato

modulo ricerca avvocato responsive

  • Home
  • Diritto Civile
  • Recupero Crediti

recupero crediti

Assistenza dell’avvocato specializzato per il Recupero Crediti

Con la crisi economica che incalza, aumentano purtroppo anche gli insolventi perché far fronte alle scadenze nei pagamenti in modo puntuale diventa sempre più difficile per molte persone, anche oneste. Un Avvocato Specializzato in Recupero Crediti può aiutare privati e aziende ad ottenere le somme spettanti. A volte alla base dell’insolvenza non c’è la volontà maliziosa di non saldare il debito riconosciuto quanto piuttosto la carenza di liquidità unita alla disinformazione su eventuali strade per pagare in una maniera più agevole e meno gravosa.

Recupero crediti, quando serve l’avvocato

Avere dei crediti non incassati può pesare molto sul bilancio di una famiglia e soprattutto su quelli di piccole aziende a conduzione familiare (soprattutto per quelle che fanno affari con la PA vista l’introduzione dello split payment nella fatturazione relativamente al versamento dell’IVA). Rivolgersi ad uno studio legale specializzato in cause di recupero crediti può rappresentare un buon sistema per garantire il rispetto di tutti gli step ordinati in senso logico e cronologico: da un primo tentativo di risoluzione extragiudiziale e bonario della controversia alla costituzione in mora del debitore con l’intimidazione in forma scritta al pagamento entro il termine prestabilito (di solito compreso tra i 7 e i 15 giorni). Decorso inutilmente anche il suddetto termine si può passare alla risoluzione giudiziaria rivolgendosi all’autorità competente.

Sarà proprio l’Avvocato Specializzato in Azioni di Recupero Crediti, a valutare la strategia a seconda dei casi valuta: in mancanza di un titolo esecutivo (ad esempio un assegno o una cambiale), occorrerà depositare il ricorso per ottenere un decreto ingiuntivo. In forza di questo titolo, infatti, il debitore è tenuto al pagamento quindi ci può rivolgere ad un avvocato per il recupero crediti proprio per arrivare all’emissione del decreto ingiuntivo che obbliga il debitore ad adempiere. Trascorsi 40 giorni senza che il debitore abbia effettuato il pagamento (o si sia opposto al decreto secondo le modalità previste dalla legge) l’avvocato del creditore potrà richiedere al giudice l’apposizione della formula esecutiva sul decreto. A questo punto il debitore rischia l’esecuzione forzata e il pignoramento (mobiliare, immobiliare e presso terzi).

Come si intuisce da questa panoramica, gli step da seguire per il recupero di un credito sono diversi e devono seguire un criterio logico e cronologico. Purtroppo il solo fatto di vantare un credito non basta per vedersi garantita la restituzione della cifra dovuta in tempi brevi se non si segue il giusto percorso. E’ per questo che, per non rischiare di lasciare dei pagamenti pendenti, è utile e consigliabile rivolgersi ad uno studio legale esperto in recupero crediti. Grazie ai moduli di contatto messi a disposizione sul sito Avvocato Facile, potrai trovare in pochi click lo studio legale più vicino e specializzato a trattare il tuo caso. Che il tuo credito sia verso un fornitore, un debitore personale o una Pubblica Amministrazione, il parere legale di un esperto può guidarti nella strada giusta da seguire per far valere i tuoi diritti. 

Cosa rischia chi non paga l’avvocato?

Proprio perché la crisi interessa tutti i settori, a volte sono proprio gli stessi avvocati a vedersi costretti a sollecitare il pagamento della parcella. Molti pensano che l’obbligo scatti al momento della presentazione della fattura: in realtà i giudici hanno confermato che è sufficiente una nota proforma (alla quale ovviamente farà seguito la relativa fattura) come titolo per il pagamento. Non bisognerebbe rimandare il pagamento dell’onorario dell’avvocato (salvo specifici accordi con il professionista) anche perché, come abbiamo avuto modo di chiarire nelle pagine dedicate del sito, la parcella non include solo il compenso in senso stretto ma anche rimborso per spese vive, imposte etc. Dal canto loro le parti potranno portare in detrazione dalle tasse la fattura dello studio legale.

 

CONTATTA GRATIS L'AVVOCATO SPECIALIZZATO IN QUESTA MATERIA