Ricerca Avvocati Online e Consulenza Legale

Trova l’Avvocato Gratis e Senza Impegno

  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    Ottieni Preventivi e Consulenze Legali Professionali.
  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    Ricevi Preventivi dettagliati per il tuo Caso.
  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    L' Avvocato risponde entro 48 Ore!
  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    Piattaforma Professionale Specializzata in ambito legale.
  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    Fissa un appuntamento con l'Avvocato.

modulo ricerca avvocato

modulo ricerca avvocato responsive

  • Home
  • Diritto Amministrativo
  • Pubblico Impiego

Come sono disciplinati i contratti di pubblico impiego?

dipendenti pubbliciLa disciplina del pubblico impiego è regolata dal D. Lgs. 30 marzo 2001, n. 165, ossia il “Testo Unico sul pubblico impiego” e successive modifiche. Il Testo Unico stabilisce che "l'assunzione nelle pubbliche amministrazioni avviene con contratto individuale di lavoro". Da ciò discende che il rapporto di lavoro con le Pubbliche amministrazioni si instaura con le stesse modalità con cui si instaura il rapporto di lavoro con un datore privato. Il Testo Unico si applica a tutte le Pubbliche amministrazioni ad eccezione delle seguenti categorie di lavoratori: magistrati ordinari, amministrativi e contabili, avvocati e i procuratori dello Stato, personale militare e delle forze di polizia, personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, personale della carriera diplomatica e della carriera prefettizia, dipendenti della Banca d'Italia, della Consob e dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato, dipendenti delle autorità indipendenti, professori e ricercatori universitari. La particolarità, nell’ambito del Pubblico Impiego, è che le assunzioni da parte di una pubblica amministrazione avvengono tramite concorso pubblico oppure mediante avviamento degli iscritti alle liste di collocamento. Le assunzioni, così come nel privato, possono essere a tempo indeterminato, oppure possono avvenire utilizzando una delle forme di lavoro flessibile previste dall'ordinamento.  Nel caso di assunzione tramite concorso pubblico, dopo l’avvenuta pubblicazione del bando e della domanda di ammissione (per i quali sono dettate determinate procedure), seguirà un vero e proprio esame che di solito si sostanzia in una prova scritta e in una orale. Successivamente, la commissione esaminatrice competente, una volta valutate le prove, sarà chiamata a redigere una graduatoria di merito, tenendo conto, in caso di parità, anche della presenza di eventuali titoli di preferenza per la relativa assunzione.

Diritti e Doveri nell’Ambito del Pubblico Impiego

Una volta avvenuta l’Assunzione, in base agli articoli 54 e 55 del D.Lgs 165/2001 il dipendente ha dei doveri e gode di diritti previsti dal Codice di Comportamento Uniforme adottato per tutte le Amministrazioni. I doveri del dipendente possono essere raggruppati in due categorie: l’una di stampo pubblicistico e invece l’altra di stampo privatistico-generale. Nella prima categoria troviamo il dovere di Fedeltà alla Repubblica, sancito dalla nostra costituzione all’articolo 51, il dovere di Imparzialità e buon Andamento della Pubblica Amministrazione, previsto dall’Articolo 97 della Costituzione. Nell’altra categoria, invece, rientrano i generali doveri di diligenza, obbedienza e fedeltà sanciti anche per il rapporto di diritto privato e previsti dagli articoli 2104 e 2105 del Codice Civile. I Diritti dell’Impiegato della Pubblica Amministrazione, invece, si distinguono in Diritti di natura patrimoniale e non patrimoniale. Tra i diritti di natura patrimoniale il più importante riguarda la percezione dello stipendio come corrispettivo del lavoro prestato. Altri diritti sono il Diritto d’Ufficio, ovvero quello di non essere rimosso dal proprio ufficio se non nei casi previsti dalla legge, ed il Diritto alla Funzione, ovvero all’esercizio, da parte del lavoratore, di porre in essere delle funzioni inerenti alla propria qualifica. Dunque se ritieni che i Tuoi Diritti siano stati violati o di essere stato destinatario di comportamenti contrari al Codice di Comportamento adottato dalla Pubblica Amministrazione, contatta subito l’Avvocato Specializzato in Diritto Amministrativo. Compila gratuitamente i moduli presenti sul sito AvvocatoFacile.it e, indicativamente, nelle successive 24-48 dall’invio della richiesta sarai contattato da un Avvocato Specializzato nella Materia al quale potrai sottoporre il Tuo caso o semplicemente potrai richiedere una consulenza in materia amministrativa.

CONTATTA GRATIS L'AVVOCATO SPECIALIZZATO IN QUESTA MATERIA