Ricerca Avvocati Online e Consulenza Legale

Trova l’Avvocato Gratis e Senza Impegno

  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    Ottieni Preventivi e Consulenze Legali Professionali.
  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    Ricevi Preventivi dettagliati per il tuo Caso.
  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    L' Avvocato risponde entro 48 Ore!
  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    Piattaforma Professionale Specializzata in ambito legale.
  • Trova Online l’Avvocato che stai cercando, Gratis e Senza Impegno.
    Fissa un appuntamento con l'Avvocato.

modulo ricerca avvocato

modulo ricerca avvocato responsive

  • Home
  • Diritto Penale
  • Delitti contro l'ordine pubblico

Approfondimenti sui Delitti contro l’Ordine Pubblico

ordine pubblicoI Delitti contro l’Ordine Pubblico sono disciplinati dal Libro Secondo Titolo Quinto del Codice Penale. Occorre preliminarmente chiarire che per Ordine Pubblico si deve intendere sia un “Ordine in senso Materiale” e quindi ricomprendere tutti quei reati che condizionano la pacifica convivenza degli individui e l’andamento regolare del vivere civile nonché un “Ordine Pubblico in senso Ideale” ovvero l’ordinamento punisce quei reati che vanno a colpire i principi e le istituzioni del nostro ordinamento giuridico. I principali reati contro l’Ordine Pubblico sono: l'Istigazione a Delinquere (il reo è punito per il solo fatto dell'istigazione, e dunque il reato punisce chiunque, pubblicamente, istiga a commettere uno o più reati); l'Istigazione a Disobbedire alle leggi (chiunque pubblicamente istiga alla disobbedienza delle leggi di ordine pubblico); l'Istigazione all'odio fra le classi sociali (chiunque pubblicamente istiga all'odio tra le classi sociali); l’Associazione a delinquere (Il rato in esame si realizza quando tre o più persone si associano allo scopo di commettere più delitti; il reato sussiste per il solo fatto di partecipare all'associazione); l’Associazione di tipo mafioso, camorristico e simili (secondo il 3°comma dell'art. 416 bis si realizza questo tipo di associazione, quando coloro che fanno parte di un sodalizio criminale si avvalgono della forza di intimidazione del vincolo associativo e della condizione di assoggettamento e di omertà che ne deriva per commettere delitti, per acquisire in modo diretto o indiretto la gestione o comunque il controllo di attività economiche, di concessioni, di autorizzazioni, appalti e servizi pubblici per realizzare profitti o vantaggi ingiusti per sé o per altri, ovvero al fine di impedire o ostacolare il libero esercizio di voto o di procurare voti a sé o ad altri in occasione di consultazioni elettorali). A questa famiglia delittuosa appartengono anche i reati di devastazione e saccheggio, attentato ad impianti di pubblica utilità e pubblica intimidazione.

Istigazione a Delinquere, Associazione per Delinquere e Associazione per Delinquere di Tipo Mafioso

L’ Istigazione a Delinquere, l’associazione per Delinquere e l’associazione per Delinquere di Tipo Mafioso sono alcune tra le figure criminose significative nell’ambito dei Reati contro L’Ordine Pubblico. L’Articolo 414 del Codice Penale disciplina il Reato di Istigazione a Delinquere e punisce “chiunque pubblicamente istiga a commettere uno o più reati è punito per il solo fatto dell’Istigazione. Detto tipo di reato punisce colui che incita pubblicamente a commettere uno o più reati. Esso è classificabile come un reato comune (ovvero che può essere compiuto da chiunque), di mera condotta ed a forma libera.  L’elemento soggettivo richiesto è il dolo generico ed è configurabile la circostanza aggravante qualora le condotte vengono tenute per istigare delitti di terrorismo o crimini contro l’umanità. Gli articoli 416 e 416 bis puniscono invece i reati di associazione per delinquere ed associazione per delinquere di tipo mafioso. Entrambi i reati sono da considerarsi comuni, di pericolo, di mera condotta ed a forma libera ma mentre il primo punisce coloro che si associano per promuovere o costituire un’associazione volta a commettere più delitti, il secondo punisce coloro che si associano per promuovere od organizzare particolare e cioè un’associazione di tipo mafioso. In entrambi i reati vi possono essere delle circostanze aggravanti comuni o speciali come, per esempio, qualora l’associazione costituita sia armata o vi sia un elevato numero di partecipanti.

 

CONTATTA GRATIS L'AVVOCATO SPECIALIZZATO IN QUESTA MATERIA