rapporto-avvocato-parti

In una causa di divorzio bisogna dire tutto all’avvocato?


Il rapporto con l’avvocato e la scelta del professionista si basano anche su criteri soggettivi come empatia e fiducia. In molte cause infatti si dovranno giocoforza condividere con l’avvocato alcune informazioni personali e/o imbarazzanti. Pensiamo alle cause di divorzio. Ecco perché molti si chiedono se all’avvocato occorra dire proprio tutto e se non essere sinceri può comportare sanzioni o costituire perfino reato. Facciamo un doveroso distinguo tra processi civili e penali.

Avvocato divorzista e informazioni personali

In ambito civile questo è un dubbio che si pongono molte persone che stanno ad esempio divorziando. Omettere alcuni fatti relativi al matrimonio può essere una strategia o bisogna sempre dire tutto all’avvocato divorzista? Premesso che la professionalità impone agli avvocati discrezione su tutto quanto gli venga riferito dalle parti, essere sinceri mette il proprio difensore nella condizione di avere un quadro realistico della situazione e, quindi, di poter anche studiare una strategia difensiva efficace. Tieni presente che l’avvocato non è interessato ad esprimere giudizi morali. Può capitare che tu abbia tradito il partner da cui ti stia separando e che tema di essere scoperto con conseguente addebito della separazione. Non sei tenuto per legge a dirlo all’avvocato: la scelta è libera.

Processo penale: quando mentire all’avvocato è reato

Il discorso in ambito penale può essere diverso. Ci sono delle ipotesi in cui mentire all’avvocato può costituire un reato: più precisamente quando vieni interrogato dal difensore di una persona indagata per un crimine, nell’ambito di investigazioni difensive. In pratica, mentire al proprio avvocato non è  reato (nella peggiore delle ipotesi può costarti perdere la causa), mentre può diventarlo se la menzogna viene rivolta al legale che sta svolgendo le indagini (a meno che tu non ti sia avvalso della facoltà di non rispondere). Questa è l’unica ipotesi in cui, per il codice penale, mentire all’avvocato è reato. In questa circostanza, dunque, l’attività dell’avvocato è equiparata a quella del Pubblico Ministero. La condotta viene inquadrata come reato perché intralcia la giustizia. Si tratta, come intuibile, di un reato proprio perché può essere commesso solo dalla persona che rientra nei requisiti soggettivi.

In una causa di divorzio bisogna dire tutto all’avvocato? ultima modifica: 2021-04-02T10:14:57+00:00 da Alessandra Deangelis